Milano-Cortina: accordo sul servizio civile dei giovani

(ANSA) – MILANO, 19 GEN – Il ministro per le Politiche
giovanili, Fabiana Dadone, il presidente della Fondazione
Milano-Cortina, Giovanni Malagò, e l’ad, Vincenzo Novari, hanno
siglato nella sede del Comitato organizzatore dei Giochi
invernali 2026, presso la Torre Allianz di Milano, il protocollo
di intesa per l’impegno dei giovani del servizio civile nella
promozione dello spirito olimpico e paralimpico in vista
dell’evento.
    In base all’accordo, il comitato organizzatore si avvarrà,
per i prossimi quattro anni, del supporto delle ragazze e dei
ragazzi del Servizio civile universale per la realizzazione di
numerose iniziative e attività, con lo scopo di “diffondere la
cultura dello sport, dell’integrazione sociale, della lotta alle
dipendenze da sostanze dopanti e contrastando ogni forma di
violenza e di discriminazione”.
    “Giovani e sport sono binomio strategico per la creazione di
una comunità coesa, attiva e proattiva”, ha commentato la
ministra Dadone sottolineando che “la firma di questo protocollo
mira a potenziare le competenze e le ‘soft-skills’ dei giovani
che svolgeranno il Servizio civile universale, all’interno del
massimo contesto sportivo e sociale, quello dei Giochi invernali
del 2026”. “Lo spirito trainante di questa iniziativa – ha
proseguito – sarà l’aggregazione, la valorizzazione del turismo
giovanile, l’inclusione dei giovani a rischio vulnerabilità e la
promozione dei valori dell’uguaglianza, della sostenibilità
ambientale e tutto ciò che rappresentano i valori olimpici e
paraolimpici”.
    “Con la firma di questo protocollo – ha dichiarato Malagò –
riaffermiamo la volontà di coinvolgere le giovani generazioni a
cui verrà affidato il compito di portare avanti il messaggio
positivo dei Cinque cerchi e degli Agitos”. “Il percorso che
inizia oggi – ha sottolineato Novari – testimonia l’importanza
strategica delle olimpiadi e paralimpiadi per il Paese. Lasciare
un’eredità positiva alla future generazioni e, coinvolgerle nel
processo di costruzione dei Giochi è uno dei principali pilastri
del nostro progetto”. (ANSA).
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *