Teatro Nobelperlapace raddoppia distanziamento e va in scena

(ANSA) – SAN DEMETRIO NE’ VESTINI, 14 GEN – “Cos’è la
vecchiaia?”. Parte da questa domanda esistenziale il percorso
che ha portato alla nascita di “Giovinezza obbligatoria”, il
nuovo spettacolo che inaugurerà, domenica 16 gennaio alle 18, la
14/a edizione di “Strade” la rassegna teatrale di Arti e
Spettacolo del Teatro Spazio Nobelperlapace di San Demetrio ne’
Vestini. “Un distanziamento maggiore di quello richiesto dalla
normativa e un limite autoimposto al 70% di capienza della sala,
sono gli accorgimenti per andare in scena”, ha detto Giancarlo
Gentilucci, direttore artistico di Art e Spettacolo. “Non
possiamo interrompere il rapporto, duramente ricostruito con il
pubblico. Andare avanti è indispensabile per mantenere aperta la
struttura. Il teatro è un centro naturale di aggregazione e
riflessione per tutta la comunità. Non possiamo nuovamente
chiudere, come è stato per lungo tempo”.
    “Giovinezza Obbligatoria”, spettacolo di Andrea Lupo,
coprodotto da Arti e Spettacolo con la compagnia torinese Tedacà
e con il Teatro delle Temperie di Bologna. Arriva in Abruzzo
dopo i successi di Bologna e Torino. “Il testo alza il velo
sulla vecchiaia e la racconta, non senza leggerezza e sarcasmo,
nella affascinante scenografia, ideata da Giancarlo Gentilucci,
che,con le sue trasparenze e i suoi giochi di riflessi,
riproduce la costante esposizione di ciascuno di noi agli occhi
altrui nella doppia dimensione della realtà fisica e di quella
virtuale”, ha spiegato il regista Simone Schinocca. “Sul palco
Andrea Lupo e Tiziana Irti, una coppia sola e isolata, ma
paradigmatica, esposta allo sguardo e al giudizio. Alle prese
con problemi personali, intimi eppure universali, uno su tutti:
la vecchiaia. Un mondo distopico, ma non troppo impossibile, in
cui la giovinezza è l’unico standard accettato”. Il cartellone
prosegue domenica 22 gennaio è Sindrome Italia. O delle Vite
Sospese di Tiziana Francesca Vaccaro. 20 febbraio in programma “Soffi” il Pinocchio di Collodi, una favola contemporanea di
Giacomo Vallozza. Il 6 marzo “Il Settennato – gli anni di
Pertini al Quirinale” di Antonio Tucci e Alessandro Blasioli.
    ultimo spettacolo 20 marzo i Trejolie con il loro “Illogical
Show – il peggio del meglio”. (ANSA).
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *