Italia-Algeria: Conte a Tebboune, 2020 anno rilancio relazioni

(ANSAmed) – ROMA, 24 DIC – Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha inviato un messaggio al presidente algerino Abdelmadjid Tebboune nel quale esprime il suo “sollievo” per il miglioramento delle condizioni di salute del Capo di Stato algerino. Tebboune si trova infatti in Germania, in convalescenza, dopo essere stato colpito nei mesi scorsi dal covid. Lo si legge in una nota della presidenza algerina riportata dall’agenzia di stampa Aps. “Caro Presidente, ho appreso con grande piacere e sollievo, attraverso il tuo messaggio televisivo del 13 dicembre, che sei sulla strada della guarigione e spero che presto, al termine del periodo di convalescenza, potrai tornare in buona salute in Algeria”, ha scritto Conte. “A poco più di un anno dalla sua elezione a Presidente della Repubblica Democratica Popolare d’Algeria e quasi un anno dopo il nostro incontro ad Algeri, desidero congratularmi per il suo primo anno in carica, caratterizzato da uno slancio riformatore, a partire dal referendum sulla revisione costituzionale che si è svolto in un contesto di sfide globali, senza precedenti e, riforma che richiederà una solida collaborazione internazionale per essere pienamente soddisfatta”, ha sottolineato Conte. “Nonostante il suo carattere eccezionale, il 2020 è stato un anno senza precedenti per il rilancio del partenariato tra Italia e Algeria, caratterizzato da uno straordinario scambio di visite politiche sia ad Algeri che a Roma”, ha sottolineato ancora il presidente del Consiglio italiano. A tal proposito, ha affermato, “accolgo con favore il successo della recente visita del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, che si è concretizzata, tra l’altro, nella firma di un importante memorandum volto a stabilire tra i nostri due Paesi un vero dialogo strategico sulle relazioni bilaterali e sulle questioni di sicurezza politica e globale”, conclude la nota (ANSA)

Manovra: Bombardieri, niente per lavoro e giovani

“Noi avvertiamo che nel Paese c’è insofferenza, che cresce la voglia di cambiamento, si avverte la necessità di nuovi investimenti, di una politica economica nuova, keynesiana, mentre a Palazzo Chigi di keynesiano mi pare che ci sia solo la moltiplicazione delle poltrone e non degli investimenti. Nella manovra, che noi abbiamo chiesto di modificare sostenendo diversi emendamenti, non c’è nulla per il lavoro, per i giovani, non c’è una prospettiva di Paese. Siamo ancora alle chiacchiere e tutto questo è insostenibile”. A dirlo, riporta una nota, il segretario generale della Uil Pierpaolo Bombardieri all’esecutivo regionale Calabria. 
   

Brexit: in programma telefonata von der Leyen-Johnson

La presidente della Commissione Ue, Ursula von del Leyen, avrà una conversazione telefonica con il premier Boris Johnson questa mattina per fare il punto sui progressi, raggiunti nella notte, nel negoziato sulle relazioni future Ue-Gb. Secondo quanto si apprende, l’accordo sarebbe molto vicino.

Nonostante l’attesa di un annuncio di accordo, i negoziati sono ancora in corso. Secondo una fonte britannica citata dalla Press Association, le parti “vanno ancora avanti sul pesce”, ovvero un accordo sui diritti di pesca.
   

Ambrogio Sparagna e i Suoni del Natale oggi su Ansa.it

Anche su Ansa.it, nell’ambito del progetto ANSA per la Cultura, il 24 dicembre alle 18 il maestro concertatore Ambrogio Sparagna apre le danze degli appuntamenti in streaming dell’Auditorium Parco della Musica per “Natale Auditorium-Digital Edition” con una produzione originale, un concerto di musica popolare dedicato a I suoni del Natale in particolare del Lazio ma anche di Abruzzo, Campania, Calabria e Sicilia. Uno spettacolo che mette al centro le voci, gli strumenti musicali, i suoni del Natale attraverso coppie di giovani interpreti che rinnovano la tradizione e ci fanno entrare in quello straordinario e affascinante mondo di suoni che quest’anno rischia di restare in silenzio.

Qui sotto per seguire la diretta “Natale Auditorium-Digital Edition”:

[embedded content]

L’appuntamento sarà gratis e in streamig su tutti i canali social dell’Auditorium alle pagine  

https://www.youtube.com/user/AuditoriumTV

in replica in queste date:

Giovedì 24 dicembre ore 18

(repliche: 24/12 ore 22; 25/12 ore 11; 26/12 ore 15; 27/12 ore 22; 28/12 ore 15)
Ambrogio Sparagna
I suoni del Natale

Alibaba:indagine antitrust cinese,crolla a Hong Kong(-8,13%)

Le autorità antitrust cinesi hanno avviato un’indagine su Alibaba Group per “sospette pratiche monopolistiche”. Lo ha riferito l’Amministrazione statale per la regolamentazione del mercato, mettendo ufficialmente nel mirino il colosso dell’e-commerce co-fondato da Jack Ma. Allo stesso tempo, secondo i media ufficiali di Pechino, le autorità finanziarie di regolamentazione terranno anche colloqui di “supervisione e guida” con Ant Group, la fintech company di Alibaba, a poche settimane dallo stop alla Ipo dei record deciso all’ultimo minuto da Pechino.
    Dopo l’avvio dell’indagine il titolo del colosso dell’e-commerce è crollato in Borsa a Holg Kong, terminando gli scambi con una perdita secca dell’8,13%, a 228,2 dollari di Hk, non lontano dai minimi intraday. 

L’Uomo dell’aria diventa Fiaba di Natale

Se ne vanno con L’Uomo dell’aria paure, frustrazioni, nascono e muoiono desideri. Si compie un viaggio tra cielo e terra, da cui si esce diversi, con il vecchio funambolo della ‘Fiaba di Natale” di Simona Baldelli, pubblicata da Sellerio.
    In alto, sospeso su un cavo tra la vecchia biblioteca e il campanile di una chiesa abbandonata in una città come tante, c’è l’Uomo che cammina a grande altezza dal suolo e sotto, sulla strada, si accalca la folla: sconosciuti, curiosi, quelli che vogliono convincerlo a scendere, i pompieri, la figlia, vecchi amici e arriva anche la televisione. Con il fiato sospeso tutti seguono i passi del vecchio funambolo che tra acrobazie ed equilibrismi percorre la strada verso la fine o un nuovo inizio, in un futuro da riscrivere. E tutti, senza rendersene conto, vivono un’avventura che li porta ad aprirsi, a raccontarsi, seguendo quel corpo sospeso.
    Grande conoscitore del vento che con i suoi soffi può compromettere equilibrio e stabilità, il funambolo si è guadagnato per questo il nome di Uomo dell’aria e ha compiuto piroette nel cielo e imprese incredibili come se ad assisterlo sulla corda sospesa ci fosse un aiutante invisibile, un folletto colorato. “Le leggi del vento le aveva capite seguendo il volo degli uccelli. Da ragazzo, passava giornate intere al mare a studiare rondini e gabbiani”, racconta la Baldelli che è originaria di Pesaro, ma vive a Roma e con il suo primo romanzo ‘Evelina e le fate’ è stata finalista al Premio Italo Calvino e vincitrice del Premio Letterario John Fante nel 2013. Tra i suoi libri, ‘Vicolo dell’Immaginario’ e ‘La vita a rovescio’ ispirato alla storia di Caterina Vizzani, una donna del Settecento che per otto anni vestì abiti da uomo. In ‘Fiaba di Natale’ compie una traversata nel mondo della sospensione che è quello in cui siamo finiti con la pandemia e il filo su cui si muove il funambolo è a sua volta una metafora di morte e rinascita che ci parla in questo Natale diverso. E proprio a poche settimane dal Natale, quando si cominciano ad accendere le luminarie natalizie, si concretizza l’idea di questa nuova impresa. A lui un tempo il Natale piaceva, quando “decorava un albero alto fino al soffitto e una manina gli passava palline colorate e fili d’argento”, ma adesso gli mette “una profonda tristezza” anche se poi quelle manine gli offrono una stella cometa. E’ poetico il mestiere dell’Uomo dell’aria ma tutto va preparato con cura scientifica tra ricerche e biblioteche.
    Neppure il funambolo sa spiegarsi cosa lo spinge, sa che il percorso sarà lungo perché si procede molto lentamente, ma parte all’alba. “L’orologio segnava le 6.10. Si tolse le scarpe e fece ruotare le articolazioni di piedi, gambe, braccia, testa. Corse su è giù per il balcone regolarizzando il respiro” racconta l’autrice.
    Mentre cammina nell’aria viviamo i suoi equilibrismi e pensieri: “non c’è altro modo che essere salvi ed eterni che superando i propri confini” dice. E la conduttrice del programma tv in diretta chiede: “perché fai questo, Uomo dell’Aria? Quale dolore ti ha spinto lassù?” mentre noi siamo al sicuro nelle nostre case, con l’albero di Natale che risplende?”. La città si ferma e a sua volta si trasforma come tutti quelli che hanno seguito questa impresa fino a entraci dentro, a viverla, in questo romanzo che segue la linea dei sogni che danno “origine a ogni cosa”. (ANSA).
   

Alibaba, le autorità cinesi avviano un’indagine antitrust

Le autorità antitrust cinesi hanno avviato un’indagine su Alibaba Group per “sospette pratiche monopolistiche”. Lo ha riferito l’Amministrazione statale per la regolamentazione del mercato, mettendo ufficialmente nel mirino il colosso dell’e-commerce cofondato da Jack Ma. Allo stesso tempo, secondo i media ufficiali di Pechino, le autorità finanziarie di regolamentazione terranno anche colloqui di “supervisione e guida” con Ant Group, la fintech company di Alibaba, a poche settimane dallo stop alla Ipo dei record deciso all’ultimo minuto da Pechino.

Il colosso crolla a Hong Kong dopo l’avvio dell’indagine: il titolo chiude una seduta vissuta sull’ottovolante, terminando gli scambi con una perdita secca dell’8,13%, a 228,2 dollari di Hk, non lontano dai minimi intraday.

Alibaba ha confermato l’avvio dell’indagine dell’antitrust cinese, assicurando che “le operazioni commerciali procedono regolarmente”. In una nota, il gruppo dell’e-commerce ha affermato che “collaborerà attivamente con le autorità di regolamentazione”. Per altro verso, anche la controllata di servizi finanziari Ant Group, i cui vertici saranno convocati dalle autorità di regolamentazione, ha chiarito che collaborerà e “studierà e rispetterà rigorosamente le richieste dei dipartimenti competenti”.
   

Covid: scatta il lockdown di Natale, Italia zona rossa fino al 27

Scatta oggi il lockdown anti-Covid di Natale: tutta Italia entra in zona rossa fino al 27. Ieri corsa allo shopping last minute nei negozi al dettaglio, da oggi chiusi per decreto. L’ultimo acquisto, il regalo dell’ultimo minuto, ma anche l’ultima passeggiata prima di Natale in attesa che il ‘semaforo’ della maxi-zona nazionale diventi rosso. Nelle grandi città  le principali vie dello shopping sono state prese d’assalto, da Milano a Roma a Torino. Ultimi scampoli di affari, molto probabilmente, prima del via ai saldi invernali.
Così, molti negozianti in tutta Italia, in vista delle chiusure a singhiozzo dei prossimi quindici giorni, hanno deciso di dire basta. E di ‘dirlo’ a caratteri cubitali, con cartelli in vetrina, chiari e tondi. Già da oggi, comunque, nelle grandi città i controlli per il rispetto delle regole saranno intensificati. Ma intanto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte rassicura: la stretta di Natale potrebbe permetterci di affrontare gennaio “dosando le misure solo dove necessario tra zona gialla, arancione e rossa”. Restano aperti supermercati e farmacie.

Superata intanto la soglia delle 70.000 vittime da Covid da inizio pandemia in Italia. Intanto l’indice di trasmissibilità Rt nazionale sale a 0,90 in questa settimana, secondo la bozza elaborata dall’Istituto Superiore di Sanità relativa al monitoraggio dei dati sui contagi. La scorsa settimana l’Rt si era attestato a 0,86 confermando la ripresa della crescita (quindici giorni fa era a 0,82). Nella maggior parte delle Regioni e delle Province Autonome si registra un livello Moderato o Alto. In particolare, 5 Regioni (Liguria, Marche, Puglia, Umbria e Veneto) sono classificate a rischio Alto; 12 a rischio Moderato, di cui 4 (Emilia-Romagna, Molise, PA Trento e Valle d’Aosta) sono a elevata probabilità di progredire a rischio alto nel prossimo mese nel caso si mantenga invariata l’attuale trasmissibilità. Quattro Regioni sono classificate a rischio Basso, emerge ancora dalla bozza. Preoccupa il Veneto per la terza settimana consecutiva a rischio alto con una incidenza estremamente elevata. In particolare il Veneto con Rt puntuale a 1,11 e il Molise a 1,02 sono le due regioni che hanno superato il valore soglia di 1. Il valore più basso è in Campania a 0,65. Si rinnova l’invito per le festività di rimanere a casa, si legge ancora nella bozza del documento Iss.

Brexit: media,’a Downing Street fiduciosi su accordo’

(ANSA) – ROMA, 24 DIC – A Downing Street sarebbero “molto
fiduciosi” verso il raggiungimento di un accordo sulla Brexit.
    Lo sottolinea la responsabile del servizio politico della Bbc
Laura Kuenssberg. I negoziatori a Bruxelles, che hanno lavorato
nella notte,starebbero a questo punto finalizzando gli ultimi
dettagli, riferisce la Bbc.
    Una bozza di compromesso sulla pesca, l’ultimo scoglio
rimasto prima di un accordo sulla Brexit, è stata elaborata dai
negoziatori europei e britannici. Lo riporta Bloomberg, secondo
la quale l’accordo sta quindi per essere raggiunto. (ANSA).